70. Berlinale

“Amazon mirror”

lagodi Gabriele Ottaviani

Amazon mirror. Alla Berlinale. Di Fernando Segtowick, al suo straordinario esordio con un lungometraggio in bianco e nero, evocativo sin dalla fotografia (e a un celebre e celebrato libro fotografico, non a caso, si ispira). Negli anni Ottanta del secolo scorso il governo brasiliano, a trazione militare, edifica in Amazzonia, polmone verde del mondo, patrimonio dell’umanità che però l’attuale presidente Bolsonaro, ultraconservatore, punta a sfruttare nella maniera più proterva possibile, un’immensa centrale idroelettrica, dando vita a un bacino artificiale e a numerosi problemi di ogni genere per gli abitanti… Da non perdere per nessuna ragione.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...