Libri

“La misura del tempo”

Carofiglio_coverdi Gabriele Ottaviani

Non farti mollare. È di una categoria speciale. Una persona incapace di vigliaccheria: una cosa rara.

La misura del tempo, Gianrico Carofiglio, Einaudi. «Una donna, una persona ambigua e sfuggente, un vecchio amore, ricompare nella vita di un avvocato, attento ma insicuro (i due ritratti sono delineati con grande maestria) e gli chiede di difendere suo figlio, imputato di omicidio. Da qui si dipanano due storie, costruite in un montaggio alternato, alla Griffith, verso il passato di quell’amore e il futuro della sentenza attesa. Una sapiente costruzione, in cui si riflettono le inquietudini del nostro tempo, e il cui protagonista è proprio il tempo (donde il titolo), che si incarica di trovare una soluzione alle due storie. Dal processo emergerà una nuova verità, ma non un nuovo colpevole, che sarà alla fine individuato in altro modo. Sotto queste vicende si nasconde un vero e proprio “conte philosophique”. Dietro l’apparenza del “giallo” si celano insegnamenti profondi: la pluralità dei punti di vista; i diversi modi in cui si presenta la realtà; l’invito a dubitare della verità stessa. Due citazioni, una del capolavoro di Kurosawa e una di Canetti, in pagine diverse, rafforzano queste conclusioni. Carofiglio si conferma come una delle voci più importanti della narrativa italiana.» Sono queste le parole con cui Sabino Cassese, giurista, accademico, giudice emerito della corte costituzionale e molto altro ancora, presenta l’ex magistrato ed ex parlamentare – nelle file del PD – Gianrico Carofiglio al premio Strega, il più ambito riconoscimento letterario italiano. Carofiglio, che conosce l’arte della parola e ha dato prova negli anni di saper costruire trame solide e ben caratterizzate, leggibili e profonde, pur senza essere mai ostiche, conferma la felicità della sua vena: torna Guido Guerrieri, eroe stropicciato e irresistibile, questa volta alle prese con la richiesta d’aiuto della fu bella e insopportabile Lorenza. Su cui il tempo non è stato pietoso. E ha un figlio in carcere per omicidio volontario. Ma… Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...