Libri

“Le affacciate”

61tdlk4zzwL._AC_UY218_ML3_di Gabriele Ottaviani

Non vogliono avere ostaggi, si vogliono bene.

Le affacciate, Caterina Perali, Neo. La sua fine è il suo inizio, verrebbe da dire. Nel caso di Nina, il licenziamento è il primo passo per una nuova esistenza. Dopo anni di lavoro alacre viene lasciata a casa, e, a parte i social network, non sa come occupare il tempo, e veleggia a spron battuto verso l’abbrutimento più completo, immersa nel ribollire del suo cinismo, difesa contro le delusioni, e dei pregiudizi nei confronti di tutto e tutti. Il confine della sua quotidianità è il condominio, una casa di ringhiera in cui affacciandosi si vede ogni cosa: la sua attenzione si rivolge dunque, attratta inesorabilmente dal refolo di un insospettabile e indecifrabile cambiamento, nei confronti di una vicina che d’improvviso pare essere diventata un’altra persona, e attorno a lei gravitano personaggi assolutamente singolari… Allegoria formidabile del nostro tempo, romanzo profondo, ironico e divertentissimo, il romanzo di Caterina Perali è un originale gioiello.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...