Libri

“Via col vento”

Via col vento 01di Gabriele Ottaviani

Erano arrivati i nordisti!

Via col vento, Margaret Mitchell, Neri Pozza. Operazione davvero significativa e interessante quella dell’editore, che ripropone un classico formidabile con l’introduzione di Mariarosa Mancuso e la nuova e validissima traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani. Del resto è in generale cosa buona e  giusta che le versioni in lingua diversa dall’originale in cui è stata redatta l’opera periodicamente vengano aggiornate, non per infarcirle di anacronismi, ma perché meglio si leghino allo spirito del tempo: a maggior ragione in questo caso specifico, nel quale la riscrittura precedente risentiva pesantemente ancora della censura e dell’autarchia finanche linguistica imposta dal regime fascista, che non consentiva in nessun ambito alcun lemma straniero, giungendo persino a esiti caricaturali e grotteschi, quando non meramente e biecamente razzisti, come d’altronde avvenne nel doppiaggio coloniale del monumentale film tratto da questo romanzo impareggiabile, opera di fatto unica della sua autrice, cresciuta in Georgia ascoltando i racconti dei veterani della guerra di secessione, premio Pulitzer erroneamente definito come sudista tout court (non è che si faccia fare una bella figura agli stati confederati quando viene fatto dire a Rhett che hanno solo cotone, schiavi e arroganza…), bensì vero e proprio grande romanzo americano, quasi tolstojano, sulla scia di quel rinascimento a stelle e strisce che diversi decenni prima di questo testo che è una vera e propria colonna dell’immaginario collettivo, non foss’altro per celebri citazioni divenute aforismi e frasi formulari, aveva prodotto i capolavori di Melville e non solo. Scarlett O’Hara, per tutti Rossella, inestricabilmente legata al volto perfetto di Vivien Leigh, attrice di talento eccezionale, è per molti versi la prima grande eroina anticonformista moderna, un personaggio insostituibile per un libro da leggere, per una storia che tutti crediamo di conoscere ma riserva invece numerose sorprese.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...