Libri

“Gambetto di cavallo”

unnamed.pngdi Gabriele Ottaviani

Niente pubblico stavolta, niente spettatori, non solo perché qualunque cosa stesse facendo il capitano Gualdres con la cavalla avveniva di notte e di solito avanzata, ma perché lo stesso capitano Gualdres li aveva pregati di non andare a spiare, chiedendolo con quella passione tutta latina per il decoro e la cortesia diventata naturale in lui a furia di combattere con quelli della propria sensibilissima razza, come risaltava anche attraverso la pochezza linguistica: “Non dovete venire a vedere perché, sul mio onore, non c’è niente adesso da vedere.” Così non andarono. Si mostrarono deferenti, forse non al suo onore di latino, ma tali si mostrarono. Forse non c’era proprio un bel niente da vedere: come avrebbe potuto del resto esserci tutto questo gran che a quell’ora da vedere per cui valesse la pena di far tutto quel tragitto; solo di tanto in tanto qualcuno, un vicino che tornava a casa, passando di lì nel silenzio della sera, sentiva rumor di zoccoli in uno dei recinti dietro le stalle a una certa distanza dalla strada: un unico cavallo, prima al trotto poi al piccolo galoppo poi per qualche passo a tutta birra, mentre il rumore si arrestava di colpo…

William Faulkner, Gambetto di cavallo – Sei racconti polizieschi. Traduzione di Emanuela Turchetti e Ottavio Fatica per La Nave di Teseo. Vincitore settant’anni fa del Premio Nobel per la Letteratura, assegnatogli con la seguente motivazione, ossia per il suo contributo forte e artisticamente unico al romanzo americano contemporaneo, Faulkner, vero e proprio maestro, modello e punto di riferimento, ha con ogni evidenza saputo cimentarsi in modo magnifico anche con la dimensione del racconto, e con quella ancor più particolare della narrazione di genere, ovviamente declinata, un po’ sul modello dell’elegia antica, che mantenendo il medesimo metro sapeva farsi di volta in volta cornucopia di primizie dai sapori politici, amorosi o finanche funerei, a suo modo, veicolo per contenuti più alti ancora. Ecco dunque sei storie poliziesche che sono anche un affresco della natura umana in tutti i suoi vividi colori: da non perdere per nessuna ragione.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...