Libri

“Un inutile delitto”

Cover .Jill Dawson.Un inutile delitto.Carbonio Editoredi Gabriele Ottaviani

“Vuole che le prenda un appuntamento dal dottore?” chiese a Katharine senza guardarla, di nuovo in tono allegro. “E perché mai?”. La contessa sollevò lo sguardo di scatto. Mandy lanciò un’occhiata a James. “James, perché non vai a prendere la tua scacchiera da viaggio? Così potremo giocare sul treno. Dev’essere nella tua stanza, o forse nell’atrio”. Il bambino andò di sopra a cercarla. Mandy notò il modo in cui trascinava i piedi, la mano abbandonata sul corrimano, e come sempre provò una fitta. Si ripromise di dedicargli molte attenzioni durante il viaggio, di giocare a scacchi con lui finché non gli fosse venuto sonno. Pammie stava strillando e batteva le mani sul vassoio del seggiolone. Mandy le diede la tazza che aveva appena riempito di succo. Silenzio. Si avvicinò a Katharine, prese una sedia. Poi guardò l’orologio sul bancone. “Le ho già preparato le scatolette di Whiskas per Bengo. Dovrà darle anche un po’ di cibo secco. Lo consegneranno insieme al resto mercoledì, credo”. Lei annuì. “E… sicura che non vuole che faccia uno squillo al dottor Webb? Pensavo che magari… Be’, sì, potrei farlo anche adesso, se vuole. Si sente… poco bene?”. Come se non avesse mai sentito quelle parole prima d’ora, Katharine ripeté: “Poco bene”. Mandy insistette. “Ascolti… anch’io sono stata ricoverata. Avevo avuto una specie di esaurimento. Pensavo di non dirglielo nemmeno, avevo paura che si facesse un’idea sbagliata di me. Ma so cosa significa restarsene sdraiati a letto senza avere la minima voglia di alzarsi o di fare qualsiasi cosa. Io non volevo parlare con nessuno. Non facevo altro che dormire profondamente e non volevo mai svegliarmi. Mi hanno dato il Valium, ma poi visto che non aiutava, mi hanno dato il Largactil, lo Stelazine e, sì, insomma, i farmaci mi facevano sembrare ancora più pazza.

Un inutile delitto, Jill Dawson, Carbonio, traduzione di Matteo Curtoni e Maura Parolini. Jill Dawson è un’autrice formidabile, che prendendo le mosse dalla realtà e dalla storia indaga l’animo umano in tutte le sue contraddizioni, inventa, ma mai tradendo o travisando messaggi o significati, anzi, esaltandone ed evidenziandone la potenza, simboli e allegorie, costruisce universi inventati di rara credibilità e insolita perfezione che travolgono con la loro potenza il lettore, avvolgendolo, avviluppandone l’attenzione, inducendolo alla riflessione: la storia, in originale The language of birds, è reale, il sostrato di un atroce crimine che pone sotto la lente d’ingrandimento e la luce scialitica della prosa d’inchiesta ma altamente letteraria il conflitto di classe, la sperequazione sociale, l’ingiustizia, ferite della nostra contemporaneità che a quarantacinque anni di distanza, in un tempo in cui troppo spesso è sufficiente essere donna per essere un bersaglio, sono, purtroppo, più purulente che mai. Imperdibile.

Standard

3 risposte a "“Un inutile delitto”"

  1. Pingback: Jill Dawson, novels and crimes | Convenzionali

  2. Pingback: Jill Dawson, romanzi e delitti | Convenzionali

  3. Pingback: Special Jill Dawson e UN INUTILE DELITTO sul blog "Convenzionali"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...