Libri

“Il silenzio dopo l’amore”

silenzio.PNGdi Gabriele Ottaviani

Simile a un vecchio che sconta i suoi anni rinverdendo…

Il silenzio dopo l’amore, Daniel Cundari, Ferrari. Gioca con la letteratura, con la sua struttura (interessante e originale l’impaginazione che è stata data al testo, che così appare ancora più vivo e vibrante, pulsante, pluristratificato, caleidoscopico e poliedrico, significativo anche al di là del significante, di una forma che può essere mutata, persino cancellata, parzialmente condannata all’oblio e in questo mondo, palesata nella sua immortalata caducità, nel suo mostrarsi che è svelamento anche di ciò che, più o meno consciamente, si vorrebbe nascondere), con le parole e i suoni e col potere salvifico della scrittura, che allontana lo spettro dell’annullamento: è questo, ma non solo, che, in questo folgorante, breve ma intensissimo testo, allegoria e incarnazione della fragilità dell’uomo che si trova al cospetto di una realtà che tutto decompone, frammenta, corrompe e mercifica, e nella quale non si riconosce, fa, raccontando di una mente insonne, costantemente condannata a riflettere, impossibilitata a lasciarsi andare, a lasciar correre, a concedersi il lusso egoista dell’approssimazione e della superficialità, sentiero impraticabile chi è sensibile, fa, con prosa lirica, ermetica e avvincente, magnetica, come del resto l’immagine di copertina, colta ma mai ostica, Daniel Cundari, che già dal titolo sceglie di voler penetrare l’insondabile, il misterioso, l’altro, l’alieno, il diverso. Rivelatore.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...