Libri

“La figlia del re ragno”

La figlia del re ragno - copertinadi Gabriele Ottaviani

Mi sembrava una cosa assurda che quel giovane mi sparasse di pomeriggio, in una casa piena di gente. Potevo voltarmi e andare via ma, guardando il suo dito indice incurvarsi intorno al grilletto, ho avvertito un prurito alla spina dorsale nel punto in cui si sarebbe conficcato il proiettile.

La figlia del re ragno, Chibundu Onuzo, Fandango, traduzione di Chiara Brovelli. Abike ha diciassette anni e ha un padre molto importante, un uomo d’affari nigeriano. Il che implica che spesso la ragazza sia sola nella sua dorata prigione, una villa di Lagos protetta da guardie armate lontanissima dai bassifondi dove vive un venditore ambulante che ha più o meno la sua età ma che dopo la morte improvvisa del padre ha perso tutto e dovendo mantenere madre e sorella corre dietro alle automobili per vendere caramelle e gelati. Uno di questi, un giorno, a un incrocio, è acquistato proprio da Abike: i due ragazzi sembrano intrecciare così ogni volta che si vedono lì in mezzo alla strada, separati dalla portiera della jeep nera, una relazione sempre più fitta, la più romantica, assurda e improbabile delle storie d’amore, contro tutto e tutti. Ma… Potente e travolgente.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...