Libri

“In questa Italia che non capisco”

In-questa-Italia-che-non-capisco-400x360.jpgdi Gabriele Ottaviani

La Basilica di San Pietro è enorme.

In questa Italia che non capisco, Mark Twain, Mattioli 1885. Traduzione di Livio Crescenzi. Marengo, Milano, Como, Lecco, Venezia, Firenze, Pisa, Livorno, Roma, Napoli, Pompei, Scilla, Cariddi e non solo. La sua penna geniale non ha bisogno di presentazioni, è sempre attualissima anche se appartiene al millennio scorso: Mark Twain, di cui non è mai abbastanza meritoria la ripubblicazione, ci conduce con mano sicura nel Bel Paese, che descrive con formidabile ironia, tratteggiando il ritratto di un territorio – nonché di un popolo – che fa della molteplicità la sua forza, molto cambiato per molte cose, per fortuna e purtroppo, e rimasto invariato per diverse altre, per disgrazia e grazie al cielo. Una vera delizia con un gran retrogusto di fiele però: perché se non riusciva a capire l’Italia un intellettuale come Twain, figuriamoci noi… O tempora, o mores: imprescindibile.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...