Libri

“Quasi innocente”

81IJDlXsdTL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Alle nove di sera il dottor Ferri si presentò all’abitazione di Silvestro Tidili. Suonò il campanello e la porta si aprì. «Entra dottore, grazie di essere venuto anche così tardi». Ferri entrò. C’era puzza di chiuso e di sigaretta. La televisione accesa in cucina faceva da fastidioso sottofondo. Guardò negli occhi Silvestro. «Non hai una bella cera». «Te l’ho detto che non sto bene. Sono nervoso, ho… come si chiamano… attacchi di paura». «Attacchi di panico». «Esatto, quelli. Inizia a battermi il cuore e divento ansioso. E poi mi fa male la pancia». Il dottore si tolse il cappotto e si accomodò su un divano. «Ma hai qualche problema?» «Io? No! Nessun problema, è per quello che non capisco».

Quasi innocente, Paolo Pinna Parpaglia, Newton Compton. Il giallo è per antonomasia uno dei generi letterari che più si presta a fungere da veicolo per contenuti altri rispetto a quelli che si possono notare di primo acchito, in superficie: la cornice del delitto, del mistero da risolvere, dell’enigma da svelare e da sciogliere è infatti un’efficace opportunità per riflettere sulla società. E il nostro mondo è intriso, purtroppo, di pregiudizi. Roberto è strano. Vive a Borore, nell’entroterra sardo. Una località che ultimamente è sconvolta nella sua neghittosa quiete da un omicida seriale inafferrabile e tremendo, che costringe le vittime della sua follia a inauditi tormenti. E Roberto, proprio perché così alieno alle consuetudini, è il capro espiatorio ideale: per fortuna, però, c’è chi sa guardare oltre, e… Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...