Libri

“Chi si tocca muore”

81HUVCyXSML._AC_UL436_di Gabriele Ottaviani

Com’era bello questo adolescente, quando il suo corpo si sviluppava armoniosamente e s’adornava ogni giorno di nuova grazia; quando sulle guance appena arrotondate e d’una fermezza delicata, le rose e i gigli erano così armoniosamente fusi, così perfettamente mescolati, che credi di vederci, nei momenti di riposo, la pelle fresca, la luce dolce, la gaiezza schietta d’una fanciulla. Il pudore, la riservatezza, l’ardore dei giochi innocenti potrebbero dipingersi nello specchio dell’anima; questo incarnato, più vivido del solito, era soltanto il sintomo di una dolce agitazione. Guardiamo con piacere in tutta la sua figura questo sentimento spontaneo di gioia, il fiorire della persona quando si schiude al benessere e alla felicità, che accoglie come un tributo della natura alla giovinezza. Le membra erano aggraziate e leggere in tutti i loro movimenti; hanno la flessibilità d’un ramo, quello più in alto sul quale si posa un uccello, che ondeggia con morbido abbandono quando il suo ospite prende il volo verso i cieli. In questa quiete, in questo benessere permanente, la vita era per lui un dolce fardello; la percezione era pronta, tante le idee, viva l’immaginazione. Nulla sembrava al di sopra delle aspettative, il suo impegno nello studio era ampiamente premiato, e se fosse partito per la guerra, tutto avrebbe reso omaggio al suo valore.

Chi si tocca muore – Un trattato del 1830 sulle conseguenze fatali della masturbazione, Manni. Introduzione di David Riondino. Che il titolo sia una fesseria è evidente, visto che l’autore della presente recensione non sta digitando i tasti del computer dall’aldilà, a meno che non sia morto e ignaro di esserlo, ma di solito a propria insaputa si ottengono giusto dei mezzanini con vista Colosseo, sicché… L’autoerotismo è il male per antonomasia secondo i bigotti, che di norma, essendo repressi, ne sono dunque i più assidui frequentatori: il testo è una vera e propria delizia sin dalla copertina, ricchissima di livelli di lettura e chiavi d’interpretazione. Da non farsi sfuggire.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...