Libri

“I senza cuore”

cop_piatto_I senza cuoredi Gabriele Ottaviani

Guglielmo il Malo ha le labbra contratte dalla rabbia…

I senza cuore, Giuseppe Conte, Giunti. L’anno del Signore millecentosedici, quello in cui la repubblica marinara di Pisa, l’unica delle quattro località italiane per cui vale la precedente definizione che ormai vede il mare solo in lontananza, si accaparra, sottraendole agli arabi, le isole Baleari, viene consacrata nel sassarese la basilica romanica della Santissima Trinità di Saccargia, viene al mondo Berengaria di Barcellona e passa a miglior vita Mainardo di Torino, è anche quello in cui, guidata da un trionfatore della prima crociata, verso l’Atlantico e la Cornovaglia bretone, dove pare vi sia un monastero in cui è possibile consultare un manoscritto a dir poco misterioso, molla gli ormeggi con centonovantadue occupanti dal porto di Genova, superba per proverbio, la Grifona: ma… Trascinante, entusiasmante, assai ben congegnato. Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...