Libri

“Breviario dei vinti”

81WFXfAs6LL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Di solito, ci crediamo tutti pieni di vita…

Breviario dei vinti, Emil Cioran, Voland. Traduzione di Cristina Fantechi. Cura e postfazione di Roberto Scagno. Filosofo, saggista e aforista rumeno – ma muore in Francia, sua terra d’elezione – fra i più importanti del cosiddetto secolo breve, profondamente segnato dalla lezione di Schopenhauer e prima ancora da quella di Kant, Cioran ha scavato un solco di indubbia rilevanza nella storia del pensiero: questo testo, scritto nella sua lingua madre in pieno tempo di guerra, fra il millenovecentoquarantuno e il millenovecentoquarantaquattro (ci vorranno però sei lustri perché finalmente veda la luce), ne è conferma e summa, collage di dissertazioni sul tema sempre attuale, oggi più che mai, dell’identità.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...