Libri

“La misura imperfetta del tempo”

71WMo0RScQL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Anche lei a quei tempi era una delle tante che masticava desideri e li scoppiava quando il sapore non le piaceva più. Aveva sempre funzionato fino a quando un desiderio ancora intatto, il sapore ancora buono, le era scoppiato in faccia. Un imprevisto, tipo quelli del Monopoli, ma molto più crudele. In realtà gli imprevisti erano stati due.

La misura imperfetta del tempo, Monica Coppola, Las Vegas. Divinità proterva che tutto fagocita, espressione della natura che si preoccupa solo di dar vita, non di prendersi cura, non ritenendolo un suo compito, delle creature che mette al mondo e che costringe a dibattersi di continuo come falene ormai troppo sedotte dalla fiamma di una candela nel contesto di un mondo sempre più precario, vacuo e vano, il tempo è prima di tutto estensione e durata, espressione dell’anima e della sua molteplicità contraddittoria, è percezione, benché non si possa scandirlo in metodi diversi da quelli che la scienza incontrovertibilmente sancisce: il tempo passa, fluisce, porta con sé sedimenti, edifica macigni di detriti, fin quando non è necessario giocare a carte scoperte, dire finalmente la verità, per permettere un nuovo inizio, più vero e sincero. Sono tre donne le protagoniste di questa intensa storia, nonna, madre e nipote, tre generazioni. La più giovane, Mia, da sempre non sa nulla del padre e la nonna, Zita, che l’ha cresciuta nella periferia di Torino è rimasta vedova e ora intesse una relazione, che sbigottisce la nipote, con un altro uomo. Ricomincia a vivere, e si ritrova fra i piedi anche la figlia, Lara, richiamata a forza da Milano, dove pensa pressoché solo alla carriera: il confronto, il contatto, il conflitto, lo scontro sono inevitabili, così come inarrestabile è la discesa verso l’agnizione, lo svelamento del mistero. Chi è il padre di Mia? E cosa accade quando il non detto lascia il posto alla realtà? Come si cambia? Personaggi credibili, trama avvincente, confezione impeccabile, altissima piacevolezza di lettura, profondità e pienezza di senso: tutto questo e molto altro è l’opera di Monica Coppola. Da non farsi sfuggire.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...