Libri

“Il traditore della mafia”

81Aa+F31yRL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il quadro di Cosa Nostra illustrato da Tommy aveva chiarito al giudice molti dei fatti che gli investigatori non erano riusciti a spiegare.

Il traditore della mafia, Vito Bruschini, Newton Compton. Intrighi, omicidi, servizi segreti deviati, politica corrotta, delinquenti ambigui e la fascinazione del male, specie su chi si sente abbandonato dallo stato, trascurato, privato dei propri diritti, inutile: è sulla fedeltà assoluta cui spingono necessità, paura e vergogna che fonda gran parte del suo potere Cosa Nostra, e in generale la criminalità organizzata. Ma la mafia, quando e se la si vuole realmente combattere, non è invincibile, poiché l’assoluta perfezione, si sa, non è di questo mondo, e le rivelazioni di qualcuno possono minarne l’edificio, determinare una falla nel sistema: Tommy Branciforte, il boss pentito più famoso dell’orbe terracqueo, con le sue parole ha scatenato un vero e proprio effetto domino. Vito Bruschini, con stile eccellente, ne racconta minuziosamente l’importante storia.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...