Cinema

“Zero impunity”

unnamed.pngdi Gabriele Ottaviani

In concorso al Lucca Film Festival e Europa Cinema 2019 la pellicola – riuscito documentario di animazione che si avvale della transmedialità che testimonia e celebra con sapienza, amalgamando giornalismo d’inchiesta e attivismo, in partnership con la fondazione di Denis Mukwege, Premio Nobel per la pace del duemiladiciotto, ginecologo e ostetrico congolese che ha fondato venti anni fa il Panzi Hospital, nosocomio in cui è diventato il massimo esperto mondiale nella cura di danni fisici interni causati da stupro – di Nicolas Blies e Stéphane Hueber-Blies, coproduzione francolussemburghese, indaga con eleganza, brillantezza, potenza, forza, coraggio, bellezza e senza retorica un tema atroce ancora intollerabilmente presente nei nostri tempi sempre più violenti, invidiosi, crudeli, rissosi, odiosi, egoisti, protervi, rabbiosi: nelle zone di guerra – e i migranti sovente ne fuggono con ogni mezzo pure per questo motivo, ma a qualche stolido interessa solo che non smentiscano i suoi slogan sui porti – anche le violenze sessuali sono usate come un’arma. Con conseguenze immaginabili e abominevoli. Zero impunity è un’opera d’arte e d’ingegno di straordinario valore morale e civile: da vedere e far vedere.

unnamed.png

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...