Libri

“La donna capovolta”

51Kh8sxGf0L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Eppure, tanto tempo fa, anche a lui fu letta la promessa fragile del finché morte non ci separi…

La donna capovolta, Titti Marrone, Iacobelli. Sono l’una lo specchio dell’altra, il reciproco, come una frazione in cui numeratore e denominatore s’invertono, si scambiano di posto, e questo è per loro inaccettabile, intollerabile, ingiusto, insopportabile, si detestano ma sono fra loro rovesciate e avvinte, hanno entrambe bisogno della propria controparte, contrario eraclitianamente e inevitabilmente unito, voci alterne che si avviluppano in questo romanzo che parla di crisi e identità, perché tra la donna occidentale che avrebbe in fondo quasi tutto e quella che viene dall’est e deve occuparsi della madre malata dell’altra, terza figura fulcro e perno tra le due troppo simili, più di quanto siano disposte a riconoscere, le dinamiche che vengono a comporsi, e che sono raffinatamente e credibilmente descritte, indagano da vicino e nel profondo l’anima e le sue contraddizioni. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...