Libri

“Più grande la paura”

41ar-x9N9DL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

È questo il ricordo, preciso da far male, che si culla e la culla mentre vanno.

Più grande la paura, Beatrice Masini, Marsilio. Beatrice Masini non ha bisogno di presentazioni, scrive bene, con funambolica souplesse e caleidoscopica sensibilità, connota gli ambienti e le situazioni in modo raffinato e non lesina in dettagli, che però non appesantiscono mai la trama: tutte queste considerazioni trovano facilmente conferma nella vicenda qui esposta, che delicata indaga un’atmosfera che l’autrice conosce e padroneggia mirabilmente, la dimensione dell’infanzia, violata, vagheggiata, ammirata, sognata, cullata, condivisa, perduta, ritrovata, nutrita, curata, coccolata, carezzata, dimenticata, rievocata, attraverso la letteratura e il suo potere salvifico, che aiuta a crescere specie quando si è costretti a farlo, che fa della fragilità una brillantissima forza. Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...