Libri

“La sottovita”

41XQi4+SRPL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La televisione distrugge le cellule del cervello.

La sottovita, Francesco Savio, Mondadori. La vita, si sa, è quel che accade mentre si è impegnati in altro. Ma esiste anche un livello che si trova alle soglie più basse, finanche quasi della coscienza, la sottovita, ossia quella forsennata corsa per non ruzzolare all’indietro, per restare, come Alice nel paese delle meraviglie, sempre fissi nello stesso punto, per non perdere quel poco che si ha che al tempo stesso si crede di non meritare appieno e si reputa, più o meno giustamente, insufficiente: si barcamena a fatica fra passioni e necessità contingenti il protagonista della storia, raccontata con prosa asciutta e accattivante, un padre che lavora in modo precario ma indefesso che vorrebbe potersi dedicare a qualcosa di più stimolante della vendita di elettrodomestici ma che non può fermarsi mai, non riesce a riflettere, a trovare il tempo. Finché un giorno in Alto Adige non lo travolge una vacca e non deve restare per forza di cose immobile ad aspettare i soccorsi, e a meditare sulle continue svolte prese dalla sua esistenza, di cui sempre meno chiara gli pare la direzione… Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...