cultura

Premio Laurentum

Liliana_Segre_(XVIII_Legislatura_Senato).jpgPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Premio Laurentum per la poesia edizione 2018

Nella Sala della Lupa della Camera dei deputati,

 la cerimonia di Premiazione delle personalità e dei poeti insigniti.

 

Dal Presidente di Giuria, Gianni Letta, consegnati tutti i riconoscimenti istituzionali più prestigiosi: il Premio Speciale 2018 alla Senatrice Liliana Segre, il Premio I valori della Cultura al Prof. Vincenzo Scotti, il Premio Speciale 2018 al Dott. Comm. Marco Buticchi, il Premio Dante Alighieri al poeta Umberto Piersanti, il Premio Laurentum per la Poesia 2018 al poeta Elio Pecora e il Premio Laurentum “Opera prima” al Dott. Luca Di Bartolomeo.

 

 

Roma, 21 gennaio 2019 Si è svolta questo pomeriggio, con la brillante conduzione della giornalista di Sky Tg 24 Olivia Tassara, la cerimonia di consegna del Premio Laurentum, la storica rassegna dedicata alla poesia, arrivata alla sua trentaduesima edizione.

Nella Sala della Lupa della Camera dei deputati il Presidente della Giuria, Dott. Gianni Letta, ha consegnato tutti i riconoscimenti più prestigiosi.

La qualificata Giuria del Premio Laurentum, storica rassegna di poesia, composta, oltre che da Gianni Letta, da Angelo Bucarelli, Corrado Calabro’, Maurizio Cucchi, Luca di Bartolomeo, Simona Izzo, Paolo Lagazzi, Davide Rondoni e Roberto Sergio, ha deciso di consegnare il Premio Speciale 2018 alla Senatrice Liliana Segre, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, in virtù del suo impegno come testimone del valore della memoria e della libertà.

“La senatrice Liliana Segre – ha commentato Roberto Sergio, direttore del Premio Laurentum – ha dedicato la propria vita a trasmettere la memoria della Shoah alle generazioni contemporanee e future. Ha raccontato, con coraggio e lucidità, l’orrore quotidiano di quei campi, le vite e i sogni spezzati di migliaia di uomini, donne e bambini. Il suo infaticabile impegno sociale in difesa dei più deboli ed emarginati all’interno della società è oggi un esempio di altissimo impegno civile”.

Il Centro Culturale Laurentum ha inoltre assegnato il Premio I Valori della Cultura 2018 aI Prof. Vincenzo Scotti, volto storico del mondo della politica e delle Istituzioni. “In questo caso – ha aggiunto Sergio – abbiamo inteso dare un riconoscimento all’enorme impegno profuso dal professor Scotti a favore della diffusione della cultura, in particolare di quella accademica, attraverso la Fondazione Link Campus University. La generosità e l’entusiasmo che Scotti sta mettendo in campo in questa sua attività sono un modello per tutti noi, e per le generazioni più giovani”.

Il Premio Speciale Laurentum 2018  è stato assegnato al Dott. Comm. Marco Buticchi per aver onorato la narrativa italiana nel mondo con i suoi avvincenti romanzi di avventura, bestseller famosi per le accurate ricostruzioni storiche, al punto da essere entrati di diritto nella narrativa storica. “Buticchi – ha commentato Giovanni Tarquini, Presidente del Centro Culturale Laurentum – è l’unico italiano che riesce a insidiare lo strapotere anglosassone nel settore del romanzo grazie alle sue storie che intrecciano all’avventura leggende, spionaggio, misteri archeologici e tecnologie fantascientifiche.

Nel 2019 ricorrono due bicentenari importanti per la poesia e quindi per la cultura mondiale. Nel 1819 John Keats, il poeta inglese vissuto e sepolto a Roma, pubblica l'”Ode all’urna greca”. E soprattutto quel che riguarda noi più da vicino: nasce, sul colle dietro la dimora di famiglia a Recanati, l’Infinito, dall’arte del ventenne Giacomo Leopardi. In un anno così importante, dunque, si è deciso di conferire due premi all’opera poetica di grandi autori della nostra poesia contemporanea e l’intento celebrativo del Centro Culturale Laurentum si colora di una speciale gioia e commozione.

Per il Premio Dante Alighieri, invece, dopo alcuni anni andato a grandi poeti stranieri, lo sguardo si è rivolto proprio verso la terra di Leopardi, dove vive uno dei maggiori poeti italiani viventi: il Prof. Umberto Piersanti. “Autore di voce originale e tra le meglio riconosciute nella nostra poesia – ha commentato il Prof. Davide Rondoni -, Piersanti sa tenere unite nella sua scrittura la tradizione del canto italiano, con la capacità di confrontarsi con le sfide del presente e della storia. Una poesia, quella di Piersanti, che unisce epica e lirica, capace di abbracciare la vita dei semplici, i miti contadini, e il tremore degli amori e degli affetti”.

Il Premio Laurentum per la Poesia 2018, invece, è andato al Dott. Elio Pecora, poeta di finissima tempra, fedele alla lezione romana e latina di Sandro Penna, attento alle solitudini, alle ferite e agli incanti della vita contemporanea. “Una lunga fedeltà alla poesia in una lingua pulita – è stato il commento ancora di Rondoni -, capace di dedicarsi anche ai bambini, come devozione alle possibilità che una lingua viva. Pecora rappresenta anche un poeta impegnato nella società e nella coltivazione della poesia tra tanti giovani”.

Al Dott.  Luca Di Bartolomeo, giurato del Premio Laurentum e già vincitore (primo classificato) della rassegna nelle sezioni Giovani (edizione 2008) e Poesia inedita in lingua italiana, oltre che in numerose competizioni letterarie nazionali ed internazionali, è stato attribuito il Premio opera prima per la raccolta di liriche “Poesie dell’immaturità 2007-2018”, pubblicate con Gianni Petrizzo Editore e che contengono riflessioni di grande portanza ed attualità. “Giovane poeta di ottime speranze – ha spiegato Tarquini – di lingua fervida e desideroso di una cultura letteraria fresca e viva, come nella migliore tradizione napoletana”.

Viva soddisfazione è stata espressa da Roberto Sergio e da Giovanni Tarquini, che al termine dell’evento hanno commentato: “La trentaduesima edizione di questo premio letterario è per noi un importante traguardo ma non certo un punto di arrivo. In questo lungo tragitto abbiamo visto cambiare mode, visioni della vita, nascere e crollare nuovi miti, abbiamo vissuto grandi cambiamenti tecnologici e digitali ma ciò che non è mai cambiato è l’amore per la poesia. Tradizione e innovazione trovano, da sempre, una sintesi perfetta attraverso i versi di un poeta. E l’amore del pubblico per questo Premio ci motiva a proseguire in un impegno di diffusione non settoriale della cultura che trae origine dalla convinzione che la poesia non debba essere considerata un’attività di nicchia per pochi eletti, ma che sia al contrario una rappresentazione vitale della cultura del nostro Paese, trasversale per di più dal punto di vista sociale e da quello generazionale”.

Il Premio ha ottenuto fino ad oggi importanti riconoscimenti istituzionali: le Medaglie del Presidente della Repubblica, le Medaglie del Presidente del Senato e della Camera dei Deputati, oltre che il patrocinio di numerose istituzioni ed enti, tra i quali: la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero per i Beni e le Attività culturali, la Regione Lazio, la Provincia di Roma, il Comune di Roma Assessorato alle politiche culturali, il IX Municipio (ex XII), Camera di Commercio di Roma, Federlazio, la Conferenza dei rettori delle università italiane, l’Accademia della Crusca, l’Università Tor Vergata – Facoltà di Lettere, la Libera Università Santissima Assunta (Lumsa) – Facoltà di Lettere, l’Associazione Roma Caput Mundi, l’Istituto Luce e Zetema.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...