Libri

“Il segreto del faraone nero”

51jGCbLZk0L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Vero, voi rispondete soltanto al vostro unico padrone: il dio denaro. Per quanto riguarda la situazione generale, invece, mi auguro un orizzonte più tranquillo: i rapporti con il clero stanno stemperandosi e penso che presto il console Bonaparte sottoscriverà un concordato. Ma non temete, i vostri acquisti sono al sicuro: non si tratterà di leggi retroattive. Anche i nostri nemici naturali, austriaci e inglesi, sembrano assai meno motivati e presto ci sarà pace anche con loro

Il segreto del faraone nero, Marco Buticchi, Longanesi. La prosa di Buticchi è una garanzia, e qui si conferma: ampia, solida, ben strutturata, prende le mosse da storie potenti e idee brillanti e dà loro suggestiva forma. Nella fattispecie ci troviamo in Egitto, all’epoca della campagna di Napoleone Bonaparte nella terra di Ramsete e Cleopatra, laddove un archeologo compie una scoperta eccezionale. Nel frattempo però le cose si mettono male per il Corso e il suo diplomatico e segretario personale, Louis Antoine de Fauvelet de Bourrienne, stringe un accordo con Robert Goldmeiner, giovane rampollo di una ricca dinastia dalle antiche origini. Un accordo a scopo di lucro, ovviamente, che però è impregnato di morte: non tarderà a palesarsi infatti una lunga scia di sangue… A Tel Aviv invece, nello stato d’Israele, ai giorni, la confessione di una donna sul punto di passare a miglior vita getta un cono d’ombra su un’intera esistenza. E su molte vicende, che affondano le proprie radici nella notte dei tempi… Avvincente, coinvolgente, convincente.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...