Libri

“Colline”

9788868812836_0_0_0_75di Gabriele Ottaviani

Parlare in riva a un mare invernale;

sbiadivano le tracce

delle angosce

nel velarsi delle onde.

Due malattie,

Due anime

strette nelle ferite

Si amano, non fanno

a meno più

l’una dell’altro.

 

Spingimi la mano

sulla gola, strozzami

Se ti respingo,

spiegami che l’esistenza

È ancora qualcosa:

Una differenza nella mia arrendevolezza. Stringimi

quando

vado cercando sguardi

che non incrocerò mai, solo

per sentirmi più grande,

 

Mentre tu,

Presente,

qui, mai più, per sempre,

Ora,

Sai dirmi, solo esistendo,

ciò che anche la natura

ignora.

 

Sei la verità, la via sicura

in cui mi perdo.

Colline, Emilia Vetere, Ensemble. Bastano i titoli dei componimenti di Emilia Vetere per capire che ci troviamo di fronte a un’opera-mondo che tratteggia con mano sicura i connotati della realtà, proteiforme e complessa, precaria e proterva, che ognuno di noi si trova quotidianamente a dover affrontare in base agli strumenti dei quali è in possesso, a seconda della propria sensibilità e della capacità di mettersi in relazione con la sua molteplicità straniante, che sembra mercificare ogni cosa, specialmente i rapporti umani e in generale ciò che non dovrebbe affatto avere prezzo: Città, Il ritorno, Nei campi urbani, Roma, ritratto estivo, Termini, Bello, Ego Centro, A un egocentrico X, Il letterario, Narcisista, A-more, Donna, Distruggerò, Anti, Due malattie, Dove affiora, Errare, Non amare la tigre, La Tigre e il Cervo, Fortuna, Fotografia di un gesto, Neanche più, Rabbia, Cerbiatto, In un giorno, Grigio, La mia vita, La medicina, Uno, due, tre, La solitudine del sole, Cane abbandonato, Lo spacciatore, le dimensioni della mia inquietudine, Tra le carte, Nausea, In un giorno felice, Il limite, Non saprò mai più, A meno, Rovino, Dio, Il canto del gallo, Serenità, Rondini, Consumo, Alchimia del terrore, A colori, Binomio, Un insetto, Ama, Gioia. Con la lirica di Emilia Vetere il lettore compie dunque un viaggio fisico e psicologico fino ai più remoti recessi dell’identità. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...