Libri

“Creatura breve”

Creatura-breve-325x500.jpgdi Gabriele Ottaviani

In estate si fa l’amore nelle / case vuote, le case di vacanza. / Quando in giardino rimangono accese / le lampade tutta la notte, / cose date o cose rese.

Creatura breve, Gabriele Galloni, Ensemble. Fabulae e pro verbis, intervallati da Ritratti di comunità in sei giorni, si intrecciano in questa nuova raccolta – che chiude la trilogia iniziata con Slittamenti e proseguita con In che luce cadranno, antologia capace, come già avemmo felicemente occasione di scrivere su queste medesime colonne, di creare, con poche, vividissime pennellate di matrice impressionista, un mondo, un intensissimo altrove che si fa insieme carne e testimonianza – di componimenti del giovanissimo e ancora e sempre più bravo Gabriele Galloni, che conferma di essere dotato di una voce unica, classica e ricca di riferimenti, livelli di lettura e chiavi di interpretazione, ma al tempo stesso modernissima, contemporanea, nuova, elegante, vibrante, ricca di sfumature, policroma, cangiante e caleidoscopica, matura, autorevole, originale, raffinata, potente, stentorea, seducente, che induce alla riflessione e alla sincera commozione. Sono, i suoi versi, consistenti, ruvidi e colorati come porose bucce d’agrume, che subito vellicano l’intimità del ricordo, tessere sensuali e gravide di senso, nonché intrise, fin nelle più intime fibre, di significato, del mosaico del reale, di cui, riproducendone la parcellizzata frammentarietà, dovuta all’esponenziale proliferazione di punti di vista, edificano la complessa e generale struttura fondata sulla dialettica tra opposti. Felicità e dolore, spirito e corpo, bene e male, vita e morte, congiungendosi nel verbo poetico di Galloni, colto ma mai banale né meramente citazionista, celebrano il potere della parola e la necessità vivificante dell’emozione. E della sua condivisione. Non possono esistere valide ragioni per non immergersi in quest’opera, che è come l’acqua per chi ha sete, la luce per chi teme la tenebra. Si legge d’un fiato, persiste nell’anima come un amore bramato ma ancora non sbocciato né vissuto.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...