Libri

“L’isola degli amori segreti”

51C5lD4eLtL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La zip si chiude con un leggero fruscio. Diego, fermo davanti al letto, fa un rapido inventario. Magliette, mutande, calzoni lunghi e corti, giacca a vento… Apre il marsupio e controlla. Biglietto aereo, carta d’identità, soldi. C’è tutto. Trascina il trolley davanti alla porta d’ingresso, poi va in cucina e riempie la ciotola di croccantini. Ma stavolta Commodilla non arriva al galoppo.        Diego raggiunge il salotto, si inginocchia davanti al divano e accosta il viso al pavimento. «Dài Commodilla, esci. Non mi vuoi proprio salutare?». La gatta è raggomitolata in un angolo e il suo sguardo truce dice: «Fottiti!». Poi gira la testa come una regina offesa. Ha un rapporto conflittuale con le valigie: quando le vede in giro va in crisi.

L’isola degli amori segreti, Livia Ottomani, Newton Compton. Cervi (poiché la sua forma ricorda la testa di un ungulato), detta anche, per il medesimo motivo, Elafonisos o Elafonissos, raggiungibile via traghetto, ma in verità pure tranquillamente a nuoto, dal Peloponneso, è un’isola di incantevole bellezza e dalla storia ricca e variegata: Diego, fotografo di scena sul set di un film, deve raggiungerla per lavoro. Quello che non si aspetta è che, come sempre accade quando si è concentrati su altro, vi troverà decisamente qualcosa di più. Ma una pellicola, a meno che non si tratti di casi particolarmente sventurati, non viene girata per sempre: la Garbatella chiama, lui risponderà? Che ne sarà?… Lieve, elegante, leggibile, credibile, piacevolissimo.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...