Libri

“Andare per i luoghi di confino”

41yY7NgxTcL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Dopo vari tentativi di imporre il saluto fascista, le autorità dell’isola vi rinunciarono.

Andare per i luoghi di confino, Anna Foa, Il Mulino. Il regime, si sa, ama la violenza. Chi la pensa diversamente è un nemico. Che va osteggiato. Escluso. Eliminato. Messo in condizione di non nuocere. Isolato. L’Italia è una nazione con dei confini ed è stata una terra in cui si mandava al confino, in luoghi ben specifici, caratteristici, peculiari, in cui è rimasta annidata la storia, che in questo agilissimo volume caratterizzato nel dettaglio sin dalla riuscitissima copertina Anna Foa, con impareggiabile e consueta – per chi ne conosca la prosa – maestria e stile ammaliante ripercorre, aiutandoci a conoscere, capire, comprendere, ricordare. E dunque imparare dagli errori e dagli orrori, e non rivivere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...