Libri

“Ascolta i fiori dimenticati”

51coHJbE9XL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Lì non c’era niente che le facesse male.

Ascolta i fiori dimenticati, Holly Ringland, Garzanti, traduzione di Stefano Beretta. Quando ha nove anni Alice d’improvviso perde tutto. Resta completamente sola. Ha bisogno di un rifugio, di qualcosa che la rassicuri e le dia pace. Sceglie dunque il silenzio. Accanto a lei c’è solo sua nonna. Della quale ignorava l’esistenza. Ma che la erudisce in merito a tutto quel che concerne i fiori, che donano bellezza per generosa gratuità, che fanno del bene al mondo e che hanno un loro linguaggio. Muto ma espressivo. Come Alice. Che è ferita, cerca di andare avanti ma il passato non passa mai del tutto, anzi, spesso si ripropone, e quando come la risacca torna a infrangersi sullo scoglio della corazza che abbiamo indossato per proteggerci abbatte impetuoso ogni cosa, e ci costringe a guardare laddove non vorremmo vedere. Ma i fiori possono aiutare… Lirico, struggente, elegante, fluente.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...