Libri

“Il peso del legno”

51q+4sTRlYL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Gesù voleva morire sulla croce, e morendo si è portato via Giuda e Pilato.

Il peso del legno, Andrea Tarabbia, NN. È per eccellenza il simbolo del martirio. O meglio del sacrificio. Rendere la propria vita sacra. Santa. Solenne. Migliore. Utile. Prendendo su di sé il peso dei peccati del mondo per salvarlo. Ma non solo. Sed fieri sentio, et excrucior, del resto, non è certo una citazione evangelica, anzi. Eppure anche lì torna, prepotente, il tema della croce. Dell’essere messo in croce. Inchiodato a un legno che non si può portare cantando. Che è peso tangibile, materico e materiale, dell’immateriale. Del dolore e della sofferenza propria e altrui, linguaggio che non ha bisogno di parole per esprimersi e connettere gli uni agli altri, in ossequio a quella solidarietà umana che è ginestra romita e tenace, che strappa vita finanche alle pendici d’un vulcano ma che è prima di tutto speranza per un migliore avvenire. Galleggia, il legno, sulla superficie della nostra imperfezione, ricordandoci che altre sono le priorità rispetto a quelle che soffocano le nostre vite, con la forza di una voce che non tace, di un’eco che sempre ritorna. Simone, Gesta, Giuda, Lazzaro, Pilato e buona parte della letteratura globale, oltre il tempo e lo spazio, sono i protagonisti di un racconto che cerca e trova con imponente grandezza il raccordo tra le innumerevoli sensibilità che concorrono a farsi sempre le medesime solenni domande, sul senso della vita, della colpa, della giustizia, dell’amore, della fede. Andrea Tarabbia conduce con mano sicura il lettore nelle profondità dell’anima e del pensiero. Da leggere.

Standard

Una risposta a "“Il peso del legno”"

  1. Pingback: NNEDITORE | Rassegna stampa online di Andrea Tarabbia – Il peso del legno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...