Libri

“Storia di alberi e della loro terra”

51HScw+7SWL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

È il canto dell’estate, il frastuono di una guerra indefessa contro l’erba che si annuncia ad aprile…

Storia di alberi e della loro terra, Matteo Melchiorre, Marsilio. Fai un figlio, scrivi un libro e pianta un albero: così sarai immortale. E così dice, pressappoco, Tagore. Scrivere dunque un bel libro che parla di alberi dovrebbe essere con ogni evidenza qualcosa che consegni con pieno merito a gloria sempiterna: ed è in effetti davvero quello che ci si augura leggendo la prosa maiuscola e magnetica, colta, elegante, raffinata, simbolica e attraente di Matteo Melchiorre, che squaderna dinnanzi agli occhi via via sempre più stupefatti e incantati del lettore un repertorio immaginifico di suggestioni che fanno della natura il riverbero e l’irraggiungibile sublime fine dell’umanità. Perché il tempo d’oggi è liquido, precario, sdrucciolevole, la terra frana sotto ai piedi di chi si affaccia al mondo del lavoro e delle responsabilità, che molti viceversa sembrano fuggire come se fossero un pericolo e non i mattoni necessari per edificare il proprio cammino verso la felicità, e quindi ci si ritrova sul crinale dell’impossibilità di fare un progetto anche a brevissimo termine in bilico e prossimi allo sradicamento, come alberi su cui si abbattono i fulmini. Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...