Libri

“L’anima della frontiera”

51AbJ8RauPL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Rimase lì il meno possibile.

L’anima della frontiera, Matteo Righetto, Mondadori. Nell’alta valle del Brenta c’è un posto che si chiama Nevada. Che se ci si fermasse solo al nome farebbe con ogni evidenza pensare di primo acchito a tutt’altro, a frontiere battute dal sole e piene di polvere, a pionieri che attraversano radure scabre e brulle su conestoga caracollanti zeppi di suppellettili, a un deserto popolato di cactus, teschi e scorpioni. Ma anche qui c’è un confine, un altrove in cui si cerca la fortuna: al di là delle montagne c’è l’Austria, laddove l’eccedenza della produzione di tabacco può essere smerciata di contrabbando, così da fare in modo che la famiglia possa sopravvivere prendendosi ogni tanto una piccola pausa dai sacrifici. Il padre, il capofamiglia, Augusto De Boer, sul finire del secolo decimonono è un classico esempio di quelli che si potrebbero definire uomini tutti d’un pezzo, scavati nella roccia e nel legno. È lui che s’incarica delle spedizioni. È lui che una volta scompare. E a sua figlia Jole non resta che una possibilità… Elegante, raffinato, potente, scritto con una lingua alta e insieme semplice, simbolico, emozionante. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...