Libri

“Il sentiero degli alberi di limone”

51yvjzCYJZL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

«Non tollererò i loro costumi barbari», aveva detto ad Alexis, riferendosi all’uso secolare di dare prova della purezza della sposa dopo la prima notte di matrimonio. Il rituale richiedeva che, il mattino seguente, lo sposo si mostrasse alla finestra della camera da letto e proclamasse la verginità della sposa battendosi il petto come un uomo di Neanderthal e sparando tre colpi in aria con il suo fucile da caccia. Poi, come se non bastasse, il lenzuolo matrimoniale macchiato di sangue veniva appeso fuori dalla finestra, come una bandiera della vittoria, perché tutti potessero vederlo.

Il sentiero degli alberi di limone, Nadia Marks, Newton Compton. Traduzione di Erica Farsetti e Alessandra Maestrini. Anna è sposata con Max. Ed è convinta che vada tutto bene. Finché non scopre che lui si è concesso delle evasioni niente affatto innocenti. Il problema, se così si può eufemisticamente e caritatevolmente definire, le appare insormontabile. Non ce la fa ad affrontarlo, non se la sente, soffre. È troppo. Così ricomincia da sé. Dalle radici. Parte con suo padre, che è appena rimasto vedovo, alla volta dell’isola dell’Egeo dove è nato. E accolta come in un abbraccio da quella familiarità remota ma istintiva si sente nuovamente, per non dire finalmente, a casa, al sicuro. Ma il destino ha in serbo per lei ancora scoperte, rivelazioni, segreti. E… Vibrante e potente, è un ottimo esordio.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...