Libri

“La vita è un sogno”

Cover e bookdi Gabriele Ottaviani

Eppure, dopo tante bugie, quando incroci gli occhi con altri occhi che ti dicono che la vita è assurda e che pure non c’è alternativa, che tu sei carino ma che questo forse non basterà per vivere una storia d’amore ma comunque non è il caso di prendersela, quando un sorriso riesce nello stesso momento a farsi perdonare di non si sa cosa e anche a perdonare te per qualcosa che invece sai, a sdrammatizzare senza far finta che il mondo sia una bella cosa e a dirti che tra pochi minuti probabilmente non lo vedrai più ma non devi avertene a male, quando quegli occhi e quel sorriso, dopo tanto inutile girare a vuoto, ti fanno capire che ha ragione lui e che quando ti dice che è contento che tu stai meglio e lo dice sinceramente e la mano con la quale stringe piano la tua non vuol dire che può fare molto ma vuol dire pur sempre che in quel preciso momento ti sta stringendo piano piano la mano e questo qualcosa vorrà pur dire, allora realizzi che la vita una qualche misteriosa forma di senso la ha…

La vita è un sogno è una assai riuscita antologia di racconti (La vita è un sogno, Vite in scatola, Granelli di sabbia, Linea di sangue, Hikikomori, Ogni maledetta prossima volta, Mi manchi, mi mancherai, Una storia d’amore, Compagni di gioco e Vivo in un posto meraviglioso) a tematica LGBT che trattano della vita in tutte le sue forme, l’amore, la speranza, il sesso, la paura, la fiducia, il desiderio, la felicità, il dolore, la solitudine, la condivisione e tanti altri, scritti con stile bello e partecipe da firme valide e prestigiose come Lisa Arsani, Sammy Brighton, Gaby Crumb, Livin Derevel, Damiano Dario Ghiglino, Lily Carpenetti, Francesco Sansone, Flavio Mazzini, Alessandro Dainotti e Mario Artiaco, che si prefigge come obiettivo di raccogliere fondi per fare beneficenza nei confronti del circolo culturale di Milano intitolato alla memoria di Harvey Milk, politico incarnato anche al cinema da Sean Penn, emblema della San Francisco colorata d’arcobaleno ucciso da un infame omofobo ormai troppi decenni or sono, e, in particolare, del progetto Sportello (Ti) Ascolto, un centro di ascolto totalmente gratuito gestito da volontari che si rivolge a chiunque avverta il desiderio di esplorare e comprendere alcuni aspetti legati alle proprie esperienze, alle proprie relazioni e al proprio mondo interiore. Un’opera importante, fondamentale, essenziale. Perché ognuno è come è, e deve poter essere libero di amare chi ama.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...