Cinema

“Eyes”

EYES_moraci-fattitaliani.pngdi Gabriele Ottaviani

Dirigere gli occhi, fissare lo sguardo su qualche oggetto (non include necessariamente l’idea del vedere, in quanto si può guardare senza vedere, così come si può vedere qualche cosa senza rivolgervi intenzionalmente o coscientemente lo sguardo): questo significa guardare. Che, appunto, è cosa distinta dal vedere. E dall’osservare. È una questione di attenzione. Quella che oggi manca. Nei rapporti umani. E nella società. Eyes parla di questo: tutti i personaggi hanno degli occhi vistosissimi. Ma è solo trucco, su palpebre chiuse. E la violenza che è nel mondo passa inosservata, inascoltata. Scritto e diretto da Maria Laura Moraci, dedicato alla memoria di Niccolò Ciatti, pestato a morte da tre aggressori in discoteca a Lloret de Mar nel duemiladiciassette senza che nessun altro facesse nulla se non starsene lì a guardare, appunto, o a riprendere col cellulare, è un cortometraggio bello e importante.

Standard

Una risposta a "“Eyes”"

  1. Pingback: Maria Laura Moraci e l’indifferenza | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...