Libri

“Senza moscioli né pistole”

51uvWlcVeFL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

E anch’io non stacco gli occhi dal suo viso. Sta sudando freddo, ma i muscoli della fronte non gli si sono tirati in modo anomalo, la bocca non gli trema e non è serrata. Quando ero nell’Arma, ci hanno insegnato a leggere i volti. ‘Sono dei grandi rivelatori di verità. Il vero significato di quello che dicono le persone è scritto a chiare lettere sui muscoli del viso’ dicevano. Sarà. Confesso che di quest’argomento non ci ho mai capito granché. Rimango incerto per qualche istante, poi decido che forse sta dicendo la verità. «Ammettiamo che non sia stato lei, sa chi potrebbe averla buttata dal balcone?» Scuote la testa, ormai è troppo scosso per ragionare, si vede che vorrebbe stare a mille chilometri di distanza. Cerco di pensare a cosa chiedergli, ma è evidente che non ha altro da offrirmi. Considero finito questo primo round. Forse ce ne saranno altri. O forse no. Chi lo sa. Meglio non strafare. Per quanto ne sappiamo, finora è solo il ragazzo col primo appuntamento più sfortunato della storia.

Senza moscioli né pistole, Marco Apolloni, Fanucci – Neroitaliano. Ancona è una bella città. Si affaccia su uno splendido mare sui cui scogli sommersi vivono attaccati i moscioli selvatici. Cioè le cozze. Si mangia bene. Nanni Moretti vi ha ambientato La stanza del figlio. Si vive niente affatto male. Non è un luogo pericoloso. Il che è un problema per un investigatore. Oltre alle corna non c’è di più, verrebbe da dire. Poco altro, quantomeno. E dire che Tarcisio Muzzo, irresistibilmente odioso, odiosamente irresistibile, invece, vorrebbe essere un divo da telefilm americano. Finché una giovane universitaria non si toglie la vita. Pare. E… Brillante, intelligente, raffinato, vibrante, si comincia a leggerlo, non si riesce a staccarsene e ci si dispiace quando finisce. Da non perdere.

Annunci
Standard

Una risposta a "“Senza moscioli né pistole”"

  1. Pingback: Senza moscioli né pistole – BellaProf.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...