Libri

“Non fa niente”

51ZLictuz4L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Come faccio a essere troppo stanco per te?

Non fa niente, Margherita Oggero, Einaudi. Ulteriormente impreziosita dall’elegantissima sovraccoperta con le foto di Elisabeth Ansley che si è divertita a giocare col lettore visto che tra prima e quarta le posizioni delle donne che sono ritratte senza che siano immortalati i visi e che vengono riprese prima di spalle e poi di prospetto sono in realtà rovesciate (quando è inquadrata da dietro la donna col soprabito blu dà il braccio destro a quella col paletot fantasia foderato di rosso sui toni del tortora, quando è inquadrata da davanti le porge il sinistro, tanto che viene da chiedersi se si siano scambiate, se siano due donne diverse, se siano la stessa, un’altra coppia o se si siano cambiate d’abito…), in coerenza perfetta con il tema di quest’opera, il bel romanzo, scritto con prosa ampia e avvincente, dell’autrice da cui ha tratto ispirazione anche tanta fiction televisiva, conduce per mano il lettore, a braccetto, quasi, così come sono le due figure ritratte nelle immagini succitate, per cinquant’anni di storia. A passeggio con due donne straordinarie. Del resto, è la domanda che ci si fa, può esistere un amore materno che non ammette l’esclusiva? Da leggere. Intenso.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...