Libri

“Gli invisibili”

51Ur0W2MhbL._SX355_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Niente è sparito dall’isola, nulla è stato rubato o distrutto, eppure l’estraneo ha portato via con sé la cosa più importante che avevano e che non riavranno più.

Gli invisibili, Roy Jacobsen, Bompiani. Traduzione di Ingrid Basso. Ingrid abita in un posto che si chiama come lei. È un’isola. O meglio, uno scoglio. O poco più. Al largo della costa della Norvegia. La famiglia vive lì da sempre, dedita alle più varie occupazioni. È quello il loro posto nel mondo. Ne partono per poi ritornarvi. Perché nessun luogo è come casa. In nessun luogo ci si può sentire così vivi, felici, completi. Un’isola, oltretutto, è un universo a sé, connessa al mondo ma a debita distanza. Insufficiente, però, perché la storia, soprattutto quella più dolorosa, non si manifesti comunque. È l’inizio del cosiddetto secolo breve, e… Con pochi sapienti tratti Roy Jacobsen definisce ambienti e personaggi in maniera emozionante e gravida di empatia: il lettore è immediatamente coinvolto in una storia che indaga con tatto, profondità e cura le mille sfaccettature dell’animo umano.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...