Libri

“Un pesce rosso, due lesbiche e un camper”

41-VKMkHv3L._SX330_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Era da un po’ che non vedevo in giro Pietro, amico d’infanzia di tante avventure. Stessa squadriglia nei boyscout, stesso giro di amici e compagno fidato delle prime fumate, dietro la chiesa. Pietro era il bello della compagnia. Biondo, magro, donnaiolo e nostro procacciatore di riviste porno.

E invece a quanto pare vuole farsi monaco. Pietro? Sì, Pietro. Ha ricevuto la chiamata? Beh, non proprio… Viola, invece, se avesse avuto una condotta un po’ più monastica non avrebbe fatto un soldo di danno, soprattutto al nostro narratore. Un ragazzo che vuole fare lo scrittore. E il poeta. E qui cominciano i problemi, anche a causa – incredibile dictu – di un pesce rosso. Meno male che c’è la nonna. Lady Letizia. Inventa più neologismi lei di un linguista, intreccia tre dialetti dalla Puglia con furore e conversa amabilmente con la badante ucraina, anche lei trapiantata in quest’angolo veracissimo, romantico, sempiterno e fuori dal tempo di Romagna che è Portolino, sulle sponde dell’Adriatico che per qualcuno era selvaggio e verde come i pascoli dei monti e per qualcun altro invece ha tutt’altro aspetto. Insomma, un luogo dell’anima e dello squacquerone, un microcosmo che si fa macro e abbraccia tutti, perché in ognuno dei personaggi c’è un po’ di noi, perché siamo tutti, volenti o nolenti, sotto lo stesso cielo. Nel frattempo il parroco, Don Anticristo, bòia d’un mànnd lèder (anzi, verrebbe anche da usare l’altra e più celebre espressione di sorpresa tipica del capoluogo di regione, ma quelli che ben pensano potrebbero aversene a male…), dalla sera alla mattina svanisce come la nuvola d’incenso quando la messa è finita, più svelto persino di Dante, il postino, che non corre, però, per abnegazione. Almeno, non rivolta alla corrispondenza… Un pesce rosso, due lesbiche e un camper, Paolo Simoni, Aliberti. Una commedia umana semplicemente deliziosa, da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...