Libri

“In compagnia della tua assenza”

41nUyTmaPPL._AC_US218_di Gabriele Ottaviani

Ogni volta che ascoltava il notiziario pensava ai suoi amici Joseph e David. La Germania aveva invaso la Polonia l’anno prima. Nel giugno di quell’anno, mentre lei stava tornando a casa, era venuto il turno della Francia. La guerra, quella feroce guerra, diventava mondiale di mese in mese. Hitler dava la caccia agli ebrei per creare una razza pura. Joseph e David non ne facevano parte. Chissà dove si sarebbero potuti nascondere se le cose si fossero messe male anche al Sud, si domandava spesso Sophie.

In compagnia della tua assenza, Colette Shammah, La nave di Teseo. Sophie è bella. È colta. È raffinata. È elegante. È di Aleppo. In Siria. Lì nasce. Sono gli anni Venti del secolo breve. Quello della guerra. Anzi, delle guerre. Della persecuzione. Anzi, delle persecuzioni. Sophie è ebrea. Studia in Francia. Poi è in Italia. A Milano. Ha un marito. Una figlia. Poi un’altra. Un’altra. Un’altra ancora. È libera. Anticonvenzionale. Amministra i beni di famiglia. Il marito è spesso in viaggio. Si fida. Preferisce il teatro alla sinagoga. Ma poi arriva la solitudine. La malattia. Che però non riescono a intaccarne il volitivo temperamento. Potente, delicato, gravido di sentimenti senza mai indulgere in un sentimentalismo sterile, manicheo e di facciata, è semplicemente da non perdere. Perfetto in ogni dettaglio.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...