Cinema

“Un sacchetto di biglie”

53375.jpgdi Gabriele Ottaviani

Un sacchetto di biglie. Dall’omonima opera autobiografica di quarantacinque anni fa, seguita a ventiquattro mesi di distanza dalla versione filmica, di Joseph Joffo. In sala dal diciotto di gennaio. Regia di Christian Duguay (Scanners 2, I dinamitardi, Scanners 3, Giovanna d’Arco, Screamers, L’arte della guerra, Il giovane Hitler, Sotto il cielo di Roma, Boot Camp, Coco Chanel, Sant’Agostino, Cenerentola, Anna Karenina, Belle & Sebastien – L’avventura continua), con Dorian Le Clech, Batiste Fleurial, Patrick Bruel, Elsa Zylberstein, Christian Clavier, Kev Adams e tanti altri. È una classica, potente ed emozionante storia vera, che si tramuta in un film compiuto sotto ogni aspetto: Joseph e Maurice sono due giovinetti. Sono fratelli. Sono ebrei. Fuggono per tutta la Francia per sfuggire all’occupazione nazista. Per la libertà. Da vedere.

Annunci
Standard

Una risposta a "“Un sacchetto di biglie”"

  1. Pingback: “Un sacchetto di biglie” | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...