Libri

“La vita imperfetta”

tabucchi_coverdi Gabriele Ottaviani

Un libro è sempre una realtà parallela. La letteratura è sempre un “di più” rispetto a ciò che c’è, e in quanto tale è un’altra realtà. Essa aggiunge un qualcosa che prima non esisteva. In fondo, la Tavola degli elementi chimici è limitata: la letteratura aggiunge un qualcosa che in natura non esisteva, come se fosse un elemento chimico in più. La letteratura dunque inventa. Essa inventa dal nulla una realtà che prima non esisteva. La letteratura è quindi creativa, perché inventa. Ma al pari della scienza non si limita a questo, che è già straordinario: essa scopre.

La vita imperfetta, Marco Alloni intervista Antonio Tabucchi, Aliberti. Era il duemilaundici quando uscì Saudade di libertà. Oggi quelle parole vengono riproposte in questa nuova veste: sono tra le ultime dichiarazioni rilasciate da Antonio Tabucchi (Piazza d’Italia, Il piccolo naviglio, Il gioco del rovescio e altri racconti, Donna di Porto Pim, Notturno indiano, Piccoli equivoci senza importanza, Il filo dell’orizzonte, I volatili del Beato Angelico, Pessoana minima, I dialoghi mancati, Un baule pieno di gente, L’angelo nero, Sogni di sogni, Requiem, Gli ultimi tre giorni di Fernando Pessoa, Sostiene Pereira, La testa perduta di Damasceno Monteiro, L’oca al passo, Il tempo invecchia in fretta), uno dei più importanti intellettuali italiani, a Marco Alloni, scrittore e giornalista italiano, nato nella ticinese Mendrisio, collaboratore di molte testate, da anni residente nella capitale egiziana, dottore in lettere moderne con una tesi su Paolo Volponi e gli esiti narrativi della questione industriale, vincitore del Premio Grinzane Cavour Esordiente nell’edizione del millenovecentonovanta con La luna nella Senna. Il dialogo con Tabucchi, densissimo e assolutamente da non perdere, è in realtà una finissima esegesi della condizione umana, compresa anche attraverso il filtro della letteratura, che si palesa indubitabilmente come un viaggio di cui non si conosce l’approdo, pure vagheggiato in quanto unica speranza di trovare un senso alle cose e alla vita e il proprio posto nel mondo.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...