Cinema

“L’ora più buia”

L-Ora-più-buia-trailer-999x504di Gabriele Ottaviani

È un iracondo fumatore incallito ubriacone obeso vecchio conservatore imperialista che odia Gandhi e non è amato nemmeno dai suoi sodali di partito, figuriamoci dal re, mette paura più o meno a chiunque gli capiti a tiro, è figlio di un sifilitico e di una donna dai costumi diversamente difficili, trascura la famiglia, non eccelle in senso pratico spicciolo e praticamente nessuno, specie fra gli alti papaveri, ha fiducia in lui. Nemmeno lui stesso, sovente. Eppure, nonostante le iniziali da acronimo per i servizi igienici, salverà il mondo dall’infamia nazista. Perché è uno straordinario statista. È Winston Churchill. Qui ritratto nel tragico maggio del millenovecentoquaranta, quando diviene, ed è più un dispetto che un onore, primo ministro. L’ora più buia. Un biopic ben confezionato da Joe Wright, che ripropone il mood coreografico della sua teatralissima Anna Karenina, godibile ma a tratti barocco e troppo mainstream, che indulge nell’aneddotica corriva però ha un ottimo cast: e spicca, sensazionale, la prova di Gary Oldman nei panni del protagonista. In sala dal diciotto di gennaio.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...