Libri

“La signora dello zoo di Varsavia”

download (1).jpgdi Gabriele Ottaviani

Come ricorda un sopravvissuto, i nazisti miravano a creare, passo dopo passo, un decreto dopo l’altro, un sistema di rapporti e di documentazione che avrebbe reso impossibile ogni tipo di complotto e che avrebbe localizzato con la dovuta precisione ogni singolo abitante della città.

La signora dello zoo di Varsavia, Diane Ackerman, Sperling & Kupfer. Traduzione di Mara Dompè. Il film non è malvagio, anche perché la sua protagonista, Jessica Chastain, secerne classe e talento. Il problema è che è troppo laccato. E non si può badare all’estetica quando si parla di un ghetto che brucia. Di persone deportate e ammazzate. Di un’eroina che li salva. Perché questo è stata la signora dello zoo di Varsavia. Una donna che insieme all’uomo che amava ha messo a repentaglio la propria esistenza per combattere un crimine infame. E il romanzo, molto meno edulcorato, perché non vuole essere per tutti, e si configura come un successivo approfondimento di quella che è la storia che la pellicola propone, e che vuole fare arrivare al maggior numero di persone possibile informandole senza turbarle, perché deve essere conosciuta, laccato non è. Ed è da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...