Libri

“La metropoli come mondo in rovina”

download (2).jpgdi Gabriele Ottaviani

Così il silenzio sul corpo di Veronique è inevitabile che dimostri la debolezza della Democrazia Cristiana sul piano del costume anche se ne conferma il potere politico sull’apparato. Sempre rispetto al modo di vedere e usare l’informazione ne ricaviamo un secondo insegnamento, soprattutto valutando il dibattito esploso sulla stampa non solo sul fatto censorio ma sul contenuto della trasmissione: in particolare sul fronte intellettuale (al di là di partiti e ideologie) sopravvive l’idea che l’informazione possa agire senza essere violenza sul privato, trasgressione delle regole, presenza delittuosa. Infine il punto di vista culturale, artistico e comportamentale, lo scandalo di un black-out su un fatto che tutti sanno, il non far vedere ciò che è visto, il non rappresentare ciò che è fatto, il non legittimare ciò che è legittimato dentro e fuori il gioco della prostituzione, sono articolazioni del potere che ci dimostrano la perversità profonda della norma…

La metropoli come mondo in rovina, Alberto Abruzzese, Rogas. Sociologo, saggista, scrittore, autore di testi di sociologia della comunicazione e della pubblicità, storia sociale dell’industria culturale e delle innovazioni tecnologiche, mediologia, cinema, letteratura, autore di un romanzo che ha ispirato anche un film da lui codiretto, Alberto Abruzzese è uno degli intellettuali più prolifici e importanti del nostro tempo e del nostro paese. Ricercatore, docente e persino attore, con un piccolo ruolo, in Io sono un autarchico, allievo nientedimeno che di Sapegno e Asor Rosa, nei fondamentali e attualissimi testi qui raccolti indaga la città. Il nostro panorama. Il nostro immaginario collettivo. L’influenza che ha essa su di noi. Sulle nostre vite. Sui nostri comportamenti. Con un linguaggio dotto, profondo, semplice, chiaro, potente, chirurgico, ammaliante, istruttivo.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...