Libri

“I giardini di Firenze”

fb971b259b0110c9809f967dbd054c70_w200_h_mw_mh_cs_cx_cy.jpgdi Gabriele Ottaviani

La storia, che ora mi impegno a trattare, riguarda un convento della nostra città…

I giardini di Firenze – IV – Giardini e orti privati della città, Angiolo Pucci, Olschki, a cura di Mario Bencivenni e Massimo de Vico Fallani. All’interno delle mura che cingono il cuore pulsante del centro, inaspettatamente, si aprono, ora qui, ora lì, le porte di numerosi e splendidi giardini, angoli di campagna laddove tutto induce invece a immaginare soltanto scorci urbani. Curati con amore, passione e competenza. Angiolo Pucci, vissuto tra Ottocento e Novecento, giardiniere capo del giardino di Boboli, grandissimo esperto di botanica, racconta di collezioni di crisantemi e rododendri, ma non solo, con brillantezza ed efficacia, facendo emergere, vivere e risorgere la bellezza e la storia, trasmettendole come eredità a chi verrà dopo di lui. Corredato da immagini splendide e caratterizzato da una veste grafica che non può non colpire, il volume è una vera e propria opera d’arte, che istruisce e dà piacere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...