Libri

“Vita e avventure di Jack Engle”

di Gabriele Ottaviani

Sul palcoscenico, beh, appariva davvero affascinante, e il suo vestito di seta chiara, le cui ampie pieghe il cane aveva rovinato, era stato sostituito dal gonnellino di pizzo delle ballerine.

Vita e avventure di Jack Engle, Walt Whitman, Mattioli 1885, traduzione di Livio Crescenzi e Silvia Zamagni. La protagonista del romanzo è una giovane che ha ricevuto in lascito un’eredità, che, com’è naturale che sia, fa gola a molti malintenzionati. Il problema è che il più malintenzionato di tutti è proprio colui che dovrebbe proteggerla dalle insidie del mondo, ossia il suo avvocato newyorkese (siamo a Manhattan, ma sembra l’Inghilterra di Dickens, laddove i poveri e i puri di cuore sembrano essere condannati a svuotare il mare con un cucchiaino bucato): per fortuna, però, al cor gentile rempaira sempre amore, e c’è pertanto anche qualcuno che si offre di aiutare la ragazza, Jack Engle, anche lui senza genitori. E i destini, inevitabilmente, sono legati… Tra lirica ed elegia, Whitman dipinge il quotidiano e dà voce all’universale.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...