Libri

“La madre di Eva”

download (6).jpgdi Gabriele Ottaviani

Ti odiai perché volesti che fossi io a trovarti. Io a salvarti. Io a doverti mettere le dita in gola, io a tirarti indietro i capelli sudati dalla fronte, io a mettere le mani nel tuo sangue, io a chiamarti disperata. Io a essere punita, perché se eri femmina la colpa era solo mia.

La madre di Eva, Silvia Ferreri, NEO. Eva si chiama come la prima donna. Eva è la prima donna. Eva è pronta a nascere. Un’altra volta. A entrare in un corpo che finalmente rassomiglierà alla sua anima. Un corpo di uomo. È in Serbia. È in una clinica. Con lei c’è la madre. Oltre la porta, come Tisbe per Piramo, una camera operatoria in allestimento. Madre e figlia parlano. Eva è appena diciottenne. Il corpo ha un suo linguaggio, e in questo caso è una lingua ingannevole, sbagliata, fallace, incomprensibile, mendace e traditrice. Il corpo è un campo di battaglia, dove non ci sono vincitori né vinti. Solo amore, che più di qualche volta fa male più dell’odio. Di rara intensità e credibilità, è un viaggio al termine della notte e un tuffo nella disperazione della speranza di poter raggiungere la felicità.

Standard

Una risposta a "“La madre di Eva”"

  1. Pingback: Silvia Ferreri: “Le madri ci provano sempre” | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...