Libri

“Lo sguardo realista”

download.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il nudo, come molti critici hanno notato, costituiva sempre di più un problema per i pittori ottocenteschi che volevano rompere con la tradizione accademica e avvicinarsi con più decisione alla vita vera. Il corpo umano era indubbiamente un fenomeno centrale del reale, e necessitava di essere rappresentato. Il nudo, tuttavia, era più un prodotto della cultura che della natura…

Balzac, Dickens, Flaubert, Courbet, George Eliot, Zola, Gissing, Caillebotte, Manet, Henry James, Joyce, Proust, Virginia Woolf: artisti dell’arte figurativa e della letteratura uniti da un solo scopo. Rappresentare il mondo per quel che è, per come appare, per come i nostri sensi lo percepiscono. In questo modo il mondo si fa concreta e tangibile immagine della loro visione dello stesso, ossia racconto naturale che esprime sua sponte la propria intrinseca forza. Sono i fatti a parlare, l’osservatore non interviene, è un tramite, asettico ma non impassibile: è nelle cose il loro senso. Peter Brooks, Sterling professor a Yale, declina Lo sguardo realista (Carocci, traduzione di Federico Casari) in tutte le accezioni possibili, dando vita a un testo di rara chiarezza e corredato da immagini a dir poco splendide.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...