Libri

“Gli stonati”

2e44c87c3bdi Gabriele Ottaviani

Ti stai uccidendo, Matteo. E sei tu a sceglierti il tuo veleno.

Berselli, Bertuzzi, Bonazzi, De Marco, De Paolis, Di Gregorio, Drago, Fortuna, Gambacorta, Incretolli, Morozzi, Panarello, Petrelli, Paris, Pulixi, Santarossa, Scarlini, Vanin, Zardi, Cappelli, Veronesi, Vichi. No, non è una formazione con panchina assai lunga. E nemmeno un appello. È l’elenco di tutti coloro che hanno contribuito a questo bel volume, una intrigante, irriverente e intelligente raccolta di pregevoli racconti a cura di Alessio Romano, il – così recita la copertina stessa – Manifesto letterario per la legalizzazione della cannabis (questione annosa che mette in campo numerose problematiche etiche, civili, sociali, culturali, igienico-sanitarie e politico-ideologiche), Gli stonati, edito da Neo. Un’antologia di storie in memoria di Marco Pannella, che della legalizzazione delle droghe leggere ha fatto per tutta la vita una battaglia. I diritti d’autore e del curatore sono devoluti all’Associazione Luca Coscioni, le vicende raccontate hanno un minimo comun denominatore: lo squarcio del velo. Non del tempio né di Maya, ma dell’ipocrisia intorno all’argomento. Alcune sono tristi, altre allegre, alcune spaventose, altre d’invenzione, altre ancora autobiografiche, quasi tutte strane, stralunate, stravaganti, stonate, appunto: tutte piacevolissime. E che fanno riflettere. Da non perdere.

Standard

Una risposta a "“Gli stonati”"

  1. Pingback: “A bocca chiusa” | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...