locarno 2017

“Freiheit”

964427di Gabriele Ottaviani

Nora è un nome che è diventato parlante nella storia del cinema, della televisione, del teatro, della letteratura, a livelli più o meno alti. Di solito i personaggi che si chiamano così sono donne forti, dal carattere ben delineato, consapevoli. Pensiamo alla Nora Walker incarnata da Sally Field in Brothers & sisters, o alla sua epigona italiana, Nora Rengoni, la matriarca (Stefania Sandrelli) di Una grande famiglia. Ma senza dubbio la Nora che per prima sovviene alla mente è quella di Ibsen. Casa di bambola. Imprigionata nella sua gabbia dorata, novella Antigone che non si riconosce più nelle leggi più o meno scritte della società, se ne va, lasciando tutto. Così si comporta anche la Nora protagonista di Freiheit (ovvero Libertà), film riuscito e compiuto, ben fatto, diretto e recitato, di Jan Speckenbach, con Johanna Wokalek, Hans-Jochen Wagner, Inga Birkenfeld, Andrea Szabová e Ondrej Koval’. Ha una vita normale, ma non si sente felice. Prende e parte, abbandonando Philip e i due figli. Cambia aspetto e non solo. E Philip, nel frattempo, deve ricominciare. Perché la libertà individuale, è noto, finisce dove comincia quella altrui, che mai e poi mai va scientemente lesa… Da vedere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...