locarno 2017

“Beach rats”

beach-ratsdi Gabriele Ottaviani

Frankie è un ragazzo. Bellissimo. Buono ma alla deriva. Il padre sta morendo di cancro dopo un’estenuante agonia. La madre lo vorrebbe più sereno e con la testa a posto. Vive a Brooklyn. Ha una sorellina che sta cominciando a diventare donna. Perde tempo per lo più tra droghe ed espedienti vari con degli “amici” poco raccomandabili. C’è una ragazza che gli interessa, ma lui non ha coscienza di chi realmente sia, di cosa gli piaccia sul serio, di cosa voglia. E quindi rimorchia in chat uomini che potrebbero essere suo padre, con cui si incontra e fa squallido sesso in spiaggia o in motel. Harris Dickinson è eccezionale, ma è tutto il film (interpretato anche, tra gli altri, da Madeline Weinstein e Kate Hodge), una cruda fotografia più che a fuoco e credibilissima di una certa realtà, a convincere, da ogni punto di vista: non è un caso che abbia vinto il premio per la miglior regia al Sundance. Beach rats: da vedere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...