Libri

“Intima apparenza”

download (2)di Gabriele Ottaviani

Mia madre mi amava. La cosa è stata fatta per il mio bene e per il mio futuro marito. Così credevano tutti. È quello che credevo anch’io.

Intima apparenza, Edith Pearlman, Bompiani, traduzione di Angela Ruggeri. Tenderfoot. I figli del sonno. Castello 4 (Castello è il nome che ha popolarmente la costruzione neogotica dell’ospedale nel luogo in cui la vicenda si svolge…). Pietra. Sua cugina Jamie. Benedetto Harry. Puck. Casa di riposo, a dir poco magnifico e devastante. Quello che la scure dimentica l’albero ricorda. La Golden Swan. Cul-de-sac. Liberazione. Piscataqua. Aspetta e vedrai. Fiori. Convenienze. Hat trick. Sonny. La discesa della felicità. Melata. Godolpin, Massachussetts, è un po’ casa di tutti noi. Almeno è così che fa sentire il lettore Edith Pearlman con la sua prosa cesellata ed elegantissima. A casa. Una casa accogliente ma misteriosa. Dove non mancano i segreti. I tabù. Le paure e le colpe inconfessate, e inconfessabili. Gli slanci di generosità e i dispetti, i mezzucci, le ritrosie, le meschinità, le violenze, le volgarità, le inattese tenerezze, quasi improvvisate, approssimative, imbarazzate. La polvere ben occultata sotto tappeti che è bene non sollevare. Non manca la gioia e la dolcezza, ma certo è presente il dolore. La malinconia. La percezione dell’assenza. Il senso della desolazione che d’un tratto ti sorprende, ti prende alla gola, ti svela una verità, o comunque ti costringe a fare i conti con essa. Insomma, la vita. Tutta. Nel bene e nel male. Riconoscibile. Emozionante. Commovente. Un’antologia che ha i colori di un affresco e la fluidità di un torrente: davvero questa narrativa è come l’acqua per chi ha sete, un regalo bellissimo, un ospite d’animo bello che sarebbe un grave peccato non accogliere nella propria casa e tra le più care persone della propria esistenza. Come un nuovo amico.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...